8 Marzo 2018

Accordi di dominante alterata

Un accordo di dominante (o prima specie) è costruito sul quinto grado della scala di riferimento ed è formato dalla seguente sequenza intervallare: T-3M-5G-7m (N.B. : T sta per tonica, a seguire terza maggiore, quinta giusta e settima minore).
La risoluzione naturale di questo accordo è su quello di tonica.

Molto spesso però troviamo accordi di dominante particolari che hanno la quinta aumentata o diminuita. Ed è a questo punto che sorgono diversi dubbi, primo fra tutti da dove nascono questi accordi.

Se provi a cercare una spiegazione in ambito classico difficilmente la troverai in quanto in essi è presente un intervallo di terza diminuita e perciò esulano dalle regole armoniche di sovrapposizione di sole terze maggiori e minori.

A questo punto avrai capito che gli accordi di dominante alterata non puoi cercarli nelle scale diatoniche tradizionali. Dove allora?

Puoi associarli alla scala esatonale che devi costruire partendo dalla fondamentale degli accordi.

La scala esatonale è formata da sei suoni, tutti a distanza di tono tra loro. Facciamo un esempio con la scala esatonale di Do:

Do – Re – Mi – Fa# – Sol# – La#

Adesso costruiamo gli accordi di dominate alterati prendendo come tonica dell’accordo la nota Do.

Accordo di dominante con la quinta diminuita:

l’accordo di Do7 con la quinta diminuita si sigla Do7b5 ed è formato dalla seguente sequenza intervallare: Do-Mi-Solb-Sib (N.B. : Fa# e Solb sono la stessa nota, v. enarmonia musicale).

Confrontando l’accordo con la scala ti renderai conto che possono essere associati tra loro.

Questo accordo è molto dissonante, molto più di un accordo di dominante semplice in quanto al suo interno ha due quinte diminuite: una fra Do-Solb e l’altra tra Mi-Sib.

Accordo di dominante con la quinta aumentata:

l’accordo di Do7 con la quinta aumentata si sigla invece con Do7#5 ed è formato dalla seguente sequenza intervallare: Do-Mi-Sol#-Sib (N.B. : La# e Sib sono la stessa nota, v. enarmonia musicale).

Anche questo accordo è molto dissonante perché è costituito dal tritono (Mi-Sib) e da un intervallo di quinta aumentata (Do-Sol#).

Prima di concludere ricorda di confrontare l’accordo (quindi le note che lo compongono) con la scala esatonale e attento all’enarmonia (suoni uguali con nome diverso).

Fabio de Simone

03-07-2020 19:05

Scegli il colore:

Altre informazioni qui.

Newsletter

Cancella

Copyright 2008 / 2020 Fabio de Simone | contatti