20 Aprile 2020

'Na voce, 'na chitarra e 'o poco 'e luna (arrangiamento per chitarra sola)

E’ una canzone dolce facente parte del repertorio napoletano e portata al successo, con un significato nuovo, da Roberto Murolo.

Per chi non lo sapesse Roberto Murolo è stato un grande interprete napoletano che fin dal 1938 figurò nel quartetto vocale-strumentale MIDA che prendeva il nome dalle iniziali dei suoi componenti (Murolo, Imperatrice, D’Iacova e Arcamone) e che si rifaceva chiaramente allo stile del quartetto americano Mills Brothers. Il quartetto MIDA si esibì un pò in tutta Europa sia prima che durante gli eventi bellici che attanagliarono gli anni dal 1939 al 1945.

Successivamente, però, Roberto Murolo decise di tornarsene a casa dove raggiunse, nel giro di poco, i massimi livelli espressivi come cantante, chitarrista solista e interprete della musica napoletana. Pochissimi si avvicinarono al suo modello stilistico considerato troppo impegnativo sul piano culturale e tra questi è doveroso ricordare Fausto Cigliano, uno dei pochi proseliti di Roberto Murolo.

Ma torniamo a ‘Na voce, ‘na chitarra e ‘o poco ‘e luna.

Ho arrangiato il brano per chitarra sola nella tonalità di sol maggiore cercando di rispettare la cantabilità della melodia e di inserire nel tessuto armonico tutte le componenti più importanti che si possono ascoltare nell’esecuzione di Murolo.

Non solo. Ho rispettato anche la struttura cercando di rendere l’esecuzione dell’arrangiamento più vicina possibile all’interpretazione di Murolo, come se stesse cantando e suonando lui.

Di seguito troverete il testo e il link al mio canale YouTube con l’esecuzione dell’arrangiamento.

Na voce, na chitarra e 'o ppoco 'e luna...
E che vuó' cchiù pe' fá na serenata!?
Pe' suspirá, d'ammore, chianu chiano,
Parole doce, pe' na 'nnammurata...
"Te voglio bene... tantu tantu bene...
Luntano 'a te nun pòzzo cchiù campá..."
Na voce, na chitarra e 'o ppoco 'e luna...
E comm'è doce chesta serenata...
'A vocca toja s'accosta cchiù vicina
E tu t'astrigne a me cchiù appassiunata...
Cu na chitarra e nu felillo 'e voce,
Cu te vicino, canto e só' felice...
"Ammore, Nun pòzzo cchiù scurdarme 'e te..."
Na voce, na chitarra e 'o ppoco 'e luna...
E che vuó' cchiù pe' fá na serenata!?
Pe' suspirá, d'ammore, chianu chiano,
Parole doce, pe' na 'nnammurata...
"Te voglio bene... tantu tantu bene...
Luntano 'a te nun pòzzo cchiù campá..."
Na voce, na chitarra e 'o ppoco 'e luna...
E comm'è doce chesta serenata...
'A vocca toja s'accosta cchiù vicina
E tu t'astrigne a me cchiù appassiunata...
Cu na chitarra e nu felillo 'e voce,
Cu te vicino, canto e só' felice...
"Ammore, Nun pòzzo cchiù scurdarme 'e te..."

Link al brano: https://www.youtube.com/watch?v=aFOYf1_UVOE

20-09-2020 23:03

Scegli il colore:

Altre informazioni qui.

Newsletter

Cancella

Copyright 2008 / 2020 Fabio de Simone | contatti